CHIUDI X
STAI LASCIANDO IL SITO MULTICENTRUM
Prosegui
CHIUDI X
STAI LASCIANDO IL SITO MULTICENTRUM
Prosegui

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando autorizzi l’impiego dei cookie. Per ulteriori informazioni, clicca qui

OK

L'obesità infantile: le cause e i rimedi

L'obesità infantile: le cause  e i rimedi
La sana alimentazione deve cominciare dalla culla, infatti il destino della taglia che indosseremo da grandi è scritto nelle pappe dei primi anni di vita. In altre parole, quanto più ingrassiamo da piccoli, tanto più non riusciremo a mantenerci in forma da grandi.
 
Le cellule adipose, cioè le cellule grasse, infatti si sviluppano per numero e per grandezza proprio da bambini. E quanto più le “nutriamo” in quest’età, tanto più esse cresceranno numerose e grandi, con scarsa possibilità di ridurne la presenza successivamente. Insomma, per non essere in sovrappeso o obesi da grandi, bisogna non abusare del cibo da piccoli.
 
Un concetto che pare essere poco diffuso tra i genitori dei Paesi occidentali e anche in Italia. Secondo l’International Obesity Task Force, nel mondo un bambino in età scolare su 10 è in soprappeso o obeso. In termini assoluti, in Europa i bambini in sovrappeso sono circa 400.000 e gli obesi circa 85.000. In questo quadro l’Italia non vanta un’invidiabile posizione: il 14% dei bambini 8 anni è soprappeso, mentre si parla di obesità nel 12% dei casi. Estendendo la fascia di età considerata, in Italia circa un bambino su tre di età compresa tra i 6 e gli 11 anni ha problemi di obesità e soprappeso.
 
Le cause, ancora una volta fanno riferimento ad un’alimentazione errata: mancanza di colazione o di colazione non adeguata, merenda troppo calorica, poco o nullo il consumo quotidiano di frutta e verdura.
 
Non solo: i piccoli fanno anche un’attività fisica troppo esigua. Solo un bambino su 10 svolge un’attività adeguata alla sua età. A ciò si aggiunge la “colpa” dei genitori che non sanno valutare in modo adeguato questo fenomeno: quattro su dieci non ritengono il figlio in soprappeso.
 
“Mangiare sano e sentirsi in forma” recitava uno spot degli anni ’80. Un claim che genitori e figli dovrebbero tenere sempre presente.
 
Fonti:
International Obesity Task Force (http://www.iotf.org)
Barilla Center for Food Nutrition (http://www.barillacfn.com/)