CHIUDI X
STAI LASCIANDO IL SITO MULTICENTRUM
Prosegui
CHIUDI X
STAI LASCIANDO IL SITO MULTICENTRUM
Prosegui

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando autorizzi l’impiego dei cookie. Per ulteriori informazioni, clicca qui

OK

Combattere i danni dei radicali liberi

Combattere i danni dei radicali liberi
I radicali liberi sono composti dell’ossigeno. In condizioni di normalità, essi vengono prodotti naturalmente dall’organismo a partire dal 5% dell’ossigeno che non viene utilizzato per la respirazione. Questo 5%, tuttavia, sempre in condizioni di normalità, viene neutralizzato dai sistemi enzimatici e non enzimatici preposti.
 
Diversamente, quando la quantità di radicali liberi è eccessiva, non tutti possono essere neutralizzati e quelli che restano attivi vanno ad interferire con la normale attività delle cellule “disturbandole” rendendole meno efficienti ed accelerando il loro invecchiamento.
 
Per combattere i radicali liberi è quindi primariamente necessario evitare il più possibile di aumentare la quantità di radicali presenti nell’organismo e quindi eliminare le cause della loro formazione, quali il fumo, l’eccesso di alcool, l’esposizione ai raggi UV eccessiva e senza filtro protettivo, lo stress psicologico e fisico derivante da responsabilità lavorative e da attività fisica troppo intensa.
 
A queste azioni preventive si deve affiancare un adeguato apporto di sostanze nutritive che favoriscano le attività di neutralizzazione dei radicali liberi.
 
Oltre agli enzimi specificamente deputati a quest’attività, prodotti dall’organismo, ci sono i cosiddetti antiossidanti non enzimatici. Essi sono rappresentati da varie tipologie di molecole che si trovano nei più comuni alimenti.
 
Per questo è necessario seguire una dieta variata e bilanciata che permetta di introdurre anche le adeguate quantità di queste sostanze. In particolare antiossidanti particolarmente efficaci sono la Vitamina E, la Vitamina C, i carotenoidi, i polifenoli e le antocianine, contenute in kiwi, pomodori, frutti rossi, arancioni e gialli, carote, vino rosso e cioccolato.