CHIUDI X
STAI LASCIANDO IL SITO MULTICENTRUM
Prosegui
CHIUDI X
STAI LASCIANDO IL SITO MULTICENTRUM
Prosegui

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando autorizzi l’impiego dei cookie. Per ulteriori informazioni, clicca qui

OK

Come combattere stanchezza fisica e mentale

Come combattere stanchezza fisica e mentale

La stanchezza, fisica e mentale, si avverte prevalentemente in concomitanza dei cambi di stagione e più specificamente in primavera ed autunno.

Anche l’estate, tuttavia, può rappresentare un duro banco di prova per il nostro organismo, in ragione delle elevate temperature e del conseguente aumento di sudorazione che, facendo perdere sali minerali può determinare un significativo senso di spossatezza.

In tutti questi casi è necessario rifornire l’organismo di fonti di energia immediatamente disponibili ed assimilabili, evitando l’eccesso di alimenti ad alto contenuto in grassi.

A questo si devono aggiungere i micronutrienti- vitamine e minerali- che sono indispensabili e che permettono il normale funzionamento del metabolismo.

Ad esempio, la Vitamina B1 contribuisce al normale metabolismo energetico  e alla normale funzione psicologica.

Via libera, quindi, a cibi contenenti cereali integrali, legumi, crucifere (cavoli e simili), spinaci, pomodori e frutti quali fragole (interessanti anche per chi deve stare attento alla dieta in quanto a basso contenuto calorico), kiwi, mango, papaia e frutti di bosco.

Utile anche la reintegrazione di sali quali il Potassio, che contribuisce alla normale funzione muscolare, e di elementi come il Ferro che, svolgendo un ruolo chiave nel processo di trasporto dell’ossigeno nel sangue, contribuisce alla riduzione della stanchezza e del senso di fatica..

Per combattere la stanchezza e favorire il benessere psicofisico è bene ricordare di scegliere alimenti vari. Oltre a garantire un adeguato apporto di tutti i macro e i micronutrienti utili e necessari ad un corretto funzionamento dell’organismo, contribuiscono a farci stare bene gratificando anche la vista e il palato e, in ultima analisi, la mente.