CHIUDI X
STAI LASCIANDO IL SITO MULTICENTRUM
Prosegui
CHIUDI X
STAI LASCIANDO IL SITO MULTICENTRUM
Prosegui

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando autorizzi l’impiego dei cookie. Per ulteriori informazioni, clicca qui

OK

Conoscere e mangiare frutta e verdura di stagione

Conoscere e mangiare frutta e verdura di stagione
Verdura e frutta fanno bene perché contengono molte vitamine e sali minerali utili a permettere le reazioni chimiche che guidano lo sviluppo delle cellule dell’organismo e, quindi, il nostro benessere fisico e psichico.
 
La frutta, in particolare, è anche molto ricca di fibre che possono avere effetti benefici sotto vari aspetti. Tra questi, le proprietà sazianti della fibra e la capacità di limitare l’assorbimento dei grassi a livello intestinale. Non solo, una corretta e costante assunzione di fibra contribuisce a garantire il benessere dell'intestino.
 
La fibra e gran parte delle vitamine dei frutti sono contenuti nella buccia, che il più delle volte viene purtroppo eliminata e non mangiata. Se per alcuni frutti (arance, banane, kiwi) ciò è corretto, perché l’apparato gastro-intestinale non possiede gli enzimi adatti a digerire la cellulosa (come invece accade ad esempio negli animali erbivori), la buccia di altri è invece edibile anche dall’uomo.
 
Ad esempio, quella di mele, pere, albicocche, di alcuni tipi di pesche, quella dell’uva e di molti altri frutti. La buccia di questi e di altri frutti, dicevamo, contiene le vitamine. Ma quali? In molti casi è presente un vero cocktail vitaminico complesso, con alcune vitamine in quantità maggiore di altre.
 
Ma come fare, dunque, per essere sicuri di assumere tutte le vitamine? Di certo non possiamo misurarne la quantità, ma esiste una semplice regola: ricordarsi dei 5 colori del benessere.
 
In altri termini, giallo, arancio, rosso, verde e viola sono i 5 colori principali in cui è possibile raggruppare la frutta (e la verdura). Ciascun colore corrisponde ad elevate quantità di vitamine particolari.
 
Ad esempio, i frutti gialli e arancio contengono, tra le altre, la Vitamina A utile per la vista, e quelli rossi e viola contengono molti antiossidanti che possono aiutarci a combattere lo stress ambientale e i radicali liberi prodotti, responsabili dell’invecchiamento.
 
Per questo, ricordiamoci di non escludere dal nostro piatto nessun colore della “tavolozza” della frutta. Saremo certi di assumere tutte le vitamine e le fibre importanti per la nostra salute quotidiana. 
 
Fonte: Unaproa "Nutritevi dei colori della vita. Guida ai cinque colori del benessere", in collaborazione con l'Istituto di Scienza dell'Alimentazione dell'Università La Sapienza di Roma